La guerra e la discriminazione rendono i tamil ancora più forti.

0

Dopo aver guardato la gente morire e cadaveri ovunque, niente mi fa paura, anzi il momento più brutto l’ho già vissuto e sono disposta a tutto nella vita, queste sono le parole di Damilvany Gnanakumar una ragazza di origine Tamil e attuale cittadina britannica, che ha vissuto la guerra dal vivo.


Ha ribadito di non essere più la vecchia Vany che piange per tutto, ma ha le idee molto in chiaro, ha detto a un’intervista rilasciata al The Guardian.


25 anni e laureata in biomedicina presso l’università di Greenwich ha svolto il ruolo di medico nei campi profughi aiutando i feriti.


La pressione del The Guardian, giornale britannico, è stata il motivo fondamentale per la sua liberazione.


La sua testimonianza oculare oltre a essere orribile lei incolpa il governo di aver compiuto una strage umana solo con la scusa di uccidere dei terroristi.

Secondo lei i Tamil dopo aver perso tanti compaesani dovrebbero ottenere almeno l’Indipendenza.


Secondo lei la generazione giovanile dovrebbe far molto per portare al mondo intero la verità.

Share.

Comments are closed.