Blake lascia lo Sri Lanka valutare i crimini di guerra

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +
Richiedere maggiore accesso alla comunità internazione potrebbe portare a una deliberazione sui crimini di guerra, l’Ambasciatore degli Stati Uniti nello Sri Lanka in partenza mercoledì diede una conferenza stampa finale prima di lasciare il paese.

“Sulla questione dei crimini di guerra noi pensiamo sia importante per la comunità internazionale avere più informazioni riguardo a ciò che è accaduto da entrambe le parti durante le recenti offensive nel nord dello Sri Lanka,” – disse l’Ambasciatore degli Stati Uniti nello Sri Lanka Robert Blake.

“E questo è uno dei motivi perché ci diamo da fare per avere accesso alla ICRC e alle Nazioni Unite”.

Riferendosi alla situazione corrente, Blake ha detto che questo è piuttosto l’inizio che la fine visto che è adesso che dovrebbe cominciare il processo di riconciliazione nazionale.

“Per il paese questo è un nuovo inizio. Ora comincia il critico processo della riconciliazione nazionale.”

Blake ha anche risposto ai reporter che gli hanno chiesto se Washington si è espresso abbastanza vigorosamente durante le ultime settimane quando sia il governo dello Sri Lanka che le LTTE si lamentavano che la controparte stava uccidendo metodicamente civili.

“Essi sono stati intrappolati dalle LTTE e furono effettivamente usati come scudi umani. Ma abbiamo anche richiesto al governo di rispettare le sue condizioni e di non usare armi pesanti nella zona di sicurezza,” – ha detto. “Penso che ci sono state delle violazioni”.

L’Ambasciatore in partenza disse di aver sperato che il governo dello Sri Lanka avrebbe cooperato con le Nazioni Unite, con la ICRC e le organizzazioni non governative per permettere l’accesso umanitario così che tutte quelle organizzazioni potessero aiutare a incontrare le esigenze dei quasi 300.000 civili trasferiti.

Ha detto che il suo governo è impegnato ad aiutare e ha già speso $21 milioni in assistenza per aiutare a incontrare le esigenze immediate degli IDP.

“Stiamo valutando come avremmo potuto aiutare di più,” – ha detto.

L’Ambasciatore Blake è stato nominato dal presidente Obama Assistente Segretario del Dipartimento di Stato dell’Asia Meridionale, e giovedì la sua selezioni è stata confermata dal Comitato del Senato per gli Affari Esteri.

La sua nomina ora va al Senato degli Stati Uniti per l’approvazione finale, conseguentemente alla quale Blake sostituirà Richard Boucher come uomo di riferimento dell’Amministrazione di Obama per l’Asia Centrale e Meridionale.

Share.

Comments are closed.