Bombardamento nel distretto Vanni: 61 morti, comprese donne incinte, e 164 feriti.

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +
Quando hanno attaccato verso la zona Valaiyarmadam, hanno ammirato con un colpo di sparo verso la pancia di una giovane donna incinta. La donna incinta, Sandrakumar Kalaiselvi, aveva solo 20 anni e il feto era di 8 mesi. La ragazza è stata portata all’ospedale immediatamente, ma a causa della mancanza di medicine è morta.

Come questa situazione, una donna di 27 anni, Jekatheepan Soothimalar, e il feto di 6 mesi, è stata portata all’ospedale.

Nello stesso modo una donna di 25 anni, K.Paasamalar, che avevo il feto di 9 mesi, è stata colpita da uno sparo, che ha beccato la testa del feto. Per questo motivo il feto è morto, e ora la donna si trova in una situazione molto critica all’ospedale.

Inoltre tre donne incinte, che state uccise nel posto, non sono state identificate perché nel luogo non c’erano più persone. Senza altre possibilità, i membri dell’organizzazione di riabilitazione dei tamil, hanno seppellito i 3 cadaveri.

Non sono riusciti a identificare due bambini che hanno perso la vita all’ospedale. In aggiunta, per mezzo di questa crisi sono morti 15 bambini. Inoltre 40 sono stati feriti.

A causa di questi bombardamenti sono stati uccisi di più i cittadini di Maatthalan.

Soprattutto, il membro dell’ICRC, Balasingam Satheeshkumar (età 27), è stato tormentato. Di seguito è stata uccisa la moglie Kediswari (età 25) di Sritharan.


l’articolo contiene immagini crudeli

 

 

 

 

 

Share.

Comments are closed.