Il prezzo del cibo aumenta

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +
Un altro problema del distretto Vanni è che il prezzo del cibo è aumentato di parecchio. Un altro problema del distretto Vanni è che il prezzo del cibo è aumentato di parecchio.

A causa di questo evento, la poca gente che si trova ancora nel distretto di Vanni sono stati spinti in una situazione maggiormente critica.

Nelle poche attività commerciali che si trovano ancora nelle “località di sicurezza”, si nota che un chilo di riso costa 300 rupie (3 CHF), un chilo di farina bianca costa 350 rupie (3.5 CHF), un chilo di zucchero costa 2000 rupie (20 CHF), un chilo di cipolle costa 9000 rupie (90 CHF), un chilo di farina del latte costa 2200 rupie (22 CHF).

I pochi alimenti che sono stati raccolti dall’estero erano arrivati 10 giorni prima alle “zone di sicurezza”. Ma dopo quella fase, hanno detto i membri del governo, la barca carica di alimenti arriverà tra una settimana.

Il popolo tamil che si trova nelle “zone di sicurezza” deve sopportare sia i vari bombardamenti, che causano il governo dello Sri Lanka, sia la loro fame per la mancanza del cibo.

Nella foto sotto indicata potete vedere i bambini che stanno in colonna per prendere da mangiare: minestra (acqua, sale e qualche chicco di riso).

 

Share.

Comments are closed.