Dalla sede dell’unione europea all’ONU in bicicletta

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Il viaggio di sensibilizzazione sulla situazione dei Tamil nello Sri Lanka è cominciata questa settimana. Partendo dalla sede dell’unione europea a Bruxelles i partecipanti pedaleranno fino alla sede dell’ ONU di Ginevra. Durante il viaggio attraverseranno varie nazioni come Belgio,Germania,Francia,Svizzera passando dalle città principali. 

Il viaggio è iniziato oggi, in seguito ad una protesta pacifica dinanzi alla sede dell’UE dove i partecipanti hanno chiesto di fare luce sulla situazione nello Sri Lanka, domandando un’indagine trasparentesui crimini di guerra e che questa venga effettuata da comunità internazionale. 

La comunità tamil internazionale richiede giustizia portando avanti 5 punti fondamentali della causa della guerra civile nello Sri Lanka.

I 5 punti sono: 

1) Il governo dello Sri Lanka, Singalese, da vari anni ha condotto campagne e guerra contro il popolo tamil. Nell’ultima fase di guerra è stato condotto un genocidio, violando i diritti umani. Si chiede che la commissione internazionale, commissionata dall’ONU, sotto guida di Ban-ki Moon, conduca l’indagine sui crimini e sulle violazioni in maniera chiara e trasparente. Vogliamo la giustizia per il popolo che è morto. 

2)Liberazione dei prigionieri politici Tamil. Si richiede di liberare i Tamil incarcerati, restituire le terre, terreni di cui si è appropriati in maniera illegittima. Si chiede, che i militari singalesi vengono fatti uscire dai territori Tamil, così che la popolazione possa vivere tranquillamente. Si chiede giustizia a coloro che commettono tutt’ora stupri e violenze nel confronto di donne. 

3)La comunità internazionale deve approvare, che il popolo Tamil ha tutti i diritti per vivere autonomamente nel territorio nord-est dello Sri Lanka. 

4)L’ONU e la comunità internazionale, devono condurre un referendum dove la popolazione Tamil in Sri Lanka e la diaspora Tamil presente all’estero devono avere la possibilità di votare a riguardo del tema dell’indipendenza del Tamil Eelam.

5)Accettare le Tigri per la liberazione del Tamil Eelam, come guerrieri che rappresentano il popolo Tamil. Loro durante la guerra, hanno rispettato le decisioni dei Tamil, non hanno rubato il terreno alle persone locali e hanno garantito la sicurezza  ai Tamil, conseguentemente ribadiamo che loro sono coloro che ci rappresentano meglio e sono in grado di garantire un futuro migliore.

Durante il viaggio in bicicletta, si effettua volantinaggio alle persone locali, così da sensibilizzarli sul tema dello Sri Lanka.

Share.

Comments are closed.