L’ONU NON È RIUSCITA A PROTEGGERE LA POPOLAZIONE TAMIL :Osservazione da parte dell’ ONU

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Tre anni e mezzo fa, nella fase finale della guerra in Sri Lanka la protezione del popolo tamil da parte del ONU è mancata quasi totalmente. Lo conferma una copia della ricerca fatta al ONU. Questa notizia è stata rivelata dalla BBC, che ha ricevuto una copia della ricerca

 

L’esperienza degli ufficiali dell’ ONU non era abbastanza

Lo scopo del ONU non era quello di fermare la guerra ma quello di dare assistenza umanitaria/sociale alle persone con cui lavoravano. Ma la capitale dello Sri Lanka ,Colombo, dice che il personale mandato dall’ ONU non era ne capace ne aveva le esperienze necessarie per dare l’assistenza richiesta. Si segnala che il personale non sia stato capace di tenere testa alle sfide poste dalla brutale guerra dello Sri Lanka .E che la sede del ONU situata a New York non l’abbia aiutata abbastanza. Il governo dicendo che voleva sopprimere il terrorismo ha lasciato perdere ,o ha fatto finta di niente  delle altre cose, realmente importanti , dice un rapporto. Il rapporto dice che si sono verificati parecchi errori e che una cosa così in futuro non deve più accadere.

L’ONU si ritira dalla zona della battaglia

Nell’ settembre 2008 l’ONU stava ritirando i suoi volontari mandati in Sri Lanka dalla zona in battaglia del Nord, perché il governo dello Sri Lanka aveva avvertito che non era più in grado di garantire la sicurezza del rispettivo  personale. L’ONU non aveva fatto nessuna domanda al riguardo ma si era ritirata immediatamente dalla zona della guerra ,facendo così ha causato parecchi danni alla popolazione colpita dalla guerra. Quando i volontari del ONU hanno lasciato  le zone di battaglia ,hanno permesso alle squadre del governo di usufruire di quelle persone tamil, ancora li rimaste, a loro piacere .

La quantità delle vittime del popolo tamil

In Sri Lanka ci è stata la peggiore situazione ,la più grande zona di tristezza e mortalità dice un rapporto del ONU. Gli ufficiali del ONU non hanno pensato  di impedire la morte della popolazione innocente nemmeno i funzionari della sede di New York, questa è una critica che emerge dal rapporto. Il numero delle vittime è aumentato così fortemente perché durante la guerra, l’ONU non ha pubblicato nessun dato ufficiale che facesse riflettere il mondo intero. Oltre a ciò le numerose vittime sono anche dovute al fatto che gli attacchi da parte delle truppe del governo non sono mai state criticate e fermate.

Ma l’ONU ribatte dicendo che non si è potuto riferire nulla fuori perché non si è potuto mai confermare nulla.

Perché sono successe tutte queste cose ?

All’interno del ONU c’è la cultura del dare per ricevere , si fa una cosa se si viene ricambiati ,dice il rapporto. Siccome si aveva bisogno di più spazio nella zona in cui i volontari del ONU dovevano aiutare  e che questa non era sufficiente  i membri del ONU hanno deciso di non portare fuori l’argomento, un punto a loro favore che esce dalla ricerca. Quando lo Sri Lanka ha deciso di svolgere la battaglia finale ed entrare nella grande guerra ,ne l’ONU ne nessun’altro governo si sono mai riuniti per discutere dell’argomento. Gli stati membri del ONU non hanno detto fuori quello che dovevano ma quello che gli altri volevano sentirsi dire. Pubblicando questo articolo il segretario dell’ ONU vuole far capire gli errori che sono stati commessi. E che l’ONU dovrebbe stare più attenta ed evitare una guerra del genere in futuro .

 

Share.

Comments are closed.