Sri Lanka, WikiLeaks rivela: gli Usa incolpano il presidente Rajapaksa per il massacro Tamil

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

file diffondono le parole dell’ambasciatrice Usa in comunicazione con il governo di Colombo – Secondo un file diffuso da Wikileaks la diplomazia americana incolpa il presidente dello Sri Lanka Mahinda Rajapaksa per il massacro compiuto lo scorso anno nei confronti della popolazione Tamil.

Il massacro è oggetto di un’indagine dell’Onu. Gli avvocati degli attivisti Tamil stanno cercando di ottenere un mandato di cattura nei confronti di Rajapaksa per i fatti che avevano segnato la fine della guerra civile. Rajapaksa si trova ora in Inghilterra e dovrebbe incontrarsi domani con il segretario della difesa Liam Fox. Ieri un incontro alla Oxford Union, il prestigioso organo all’interno della famosa Università era stato cancellato per via delle proteste degli attivisti Tamil. Il cable di WIkileaks riporta le parole di Patricia Butenis, ambasciatrice Usa a Colombo, la capitale dello Sri Lanka: “La responsabilità per tutti i presunti crimini poggia ancora sulle alte cariche civili e militari, presidente Rajapaksa incluso, compreso suo fratello e candidato dell’opposizione, il generale Fonseka”. Migliaia di Tamil morirono in pochi giorni nel maggio del 2009, sotto i bombardamenti del governo.

 

ALcuni video (video contiene delle immagini :

Share.

Comments are closed.