La Comunità Internazionale dovrebbe ingaggiare direttamente le LTTE – attivisti della Diaspora

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +
“Politiche discreditate e mal applicate non dovrebbero ostacolare la Comunità Internazionale nell’appoggiare una causa umanitaria. La Comunità Internazionale, specialmente gli Stati Uniti, dovrebbero trovare modi per ingaggiare direttamente le LTTE per risolvere la tragedia umanitaria risultante dalla guerra intrapresa dal governo di Colombo” ha detto martedì Shan Thavaraja, attivista dei diritti umani e della diaspora svizzera. Togliere alla Norvegia il suo ruolo di negoziatore, a quanto viene riportato per mediazione a nome degli Stati Uniti, era un astuto atto programmato da Colombo per tenere a bada la Comunità Internazionale. Colombo sta pianificando un massiccio genocidio e imprigionamento di civili nei prossimi giorni. Solo la negoziazione diretta tra la Comunità Internazionale e le LTTE può prevenire Colombo.

Mr. Shan Thavarajah stava parlando a Tamil Net dalla posizione di uno sciopero della fame all’inizio del suo secondo giorno, intrapreso a Berna da Krishna Mabalavanar, un attivista della diaspora Tamil di Eezham.

Shan Thavarajah si indirizza ai media dal luogo dello scioper della fame a Berna, in Svizzera

“La Comunità Internazionale è cascata nella sua stessa trappola, dal momento che si è applicata nel modo sbagliato per beneficiare il governo sbagliato”.

Colombo sta ora cercando di ricattare gli Stati Uniti, usando le politiche degli Stati Uniti, non dire direttamente o indirettamente che le LTTE sono state ritenute un’organizzazione terrorista. Questo era il messaggio del licenziamento della Norvegia. Colombo vuole completare il suo piano di soggiogazione dei Tamil prima che gli Stati Uniti possano agire.

I Tamil di tutto il mondo hanno manifestato in modo soverchiante il loro appoggio alle LTTE. Non c’è più nessun punto nella Comunità Internazionale dipendente dalla scusa del “terrorismo”.

L’azione degli Stati Uniti è di estrema importanza in questo senso, nell’evitare ulteriori tragedie di civili e nel contestare il “vero terrorismo”, ha detto Shan Thavaraja.

Sciopero della fame da parte dell’attivista Krishna Ampalavanar in Berna, Svizzera

Share.

Comments are closed.