Più di 20000 morti nell’ultima fase di guerra.

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +
Le prove raccolte dal quotidiano The Times ha rivelato che almeno 20.000 persone Tamil sono state uccise sulla spiaggia Mullaitivu dallo Sri Lanka Army. Fotografie aeree, documenti ufficiali, testimonianze di esperti e testimonianze raccolte dal quotidiano „presentano la prova evidente di una atrocità che si avvicina al corrispondente in Darfur e alle altre stragi di civili,“ dice il The Times.

Più di venti mila civili sono stati uccisi negli ultimi mesi di guerra nel Paese, quasi il triplo del bilancio ritenuto inizialmente.

Secondo quanto riferisce il giornale britannico ‘ The Times‘, le vittime sarebbero state settemila fino ad aprile, ma il bilancio si è poi aggravato, con una media di circa mille civili uccisi ogni giorno fino al 19 maggio, quando il governo ha proclamato la propria vittoria sui ribelli Tamil, almeno quella apparente.
Secondo quanto assicura il portavoce dell’Onu, Gordon Weiss, „ad un certo punto, avevamo prove indiscutibili della morte di settemila persone. Poi la battaglia si è fatta più intensa ed i morti sono stati molti di più, ma non sappiamo quanti“.

IL Times prosegue dicendo che è stato molto deludente il modo in cui un gruppo di diritti umani ha descritto la votazione avvenuta ieri.

Inoltre è stata richiesta più attenzione da parte degli altri paesi e da tutte organizzazioni, perché loro adesso prevedono una strage maggiore.

Share.

Comments are closed.