Scomparse oltre 13 000 persone dai campi di „concentramento“.

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +
Secondo I rapporti dell’Ufficio per la Coordinazione degli Affari Umanitari delle Nazioni Unite, la settimana scorsa più di 13000 persone posizionate internamente sono scomparse dai campi di internamento per i civili Tamil dello Sri Lanka, riporta la Stampa di Inner City. Inoltre, fonti delle Nazioni Unite a Colombo stanno dicendo alla Stampa Inner City che gli ufficiali più anziani delle Nazioni Unite sopra di loro, nazionalisti dello Sri Lanka, sminuiscono deliberatamente le 13000 persone internate “scomparse”, che altrimenti sosterrebbero i rapporti di sparizioni dai campi, il prelevamento di giovani maschi per la detenzione e femmine per abusi sessuali.

Il rapporto dell’Ufficio per la Coordinazione degli Affari Umanitari del 30 maggio dice che “276785 persone sono scappate nelle aree controllate dal Governo dalla zona di conflitto. Questo rappresenta una diminuzione di 13130 internati dallo scorso rapporto (Sitrep No.18) del 27 maggio 2009. La diminuzione è dovuta a imprecisioni nel conteggio. È necessaria un’ulteriore verifica dei dati”.

Ma prima, l’Ufficio per la Coordinazione degli Affari Umanitari aveva esaltato “la nuova, sistematica registrazione introdotta nei campi”, riporta la Stampa di Inner City.

Share.

Comments are closed.