Sri Lanka, scontro finale tra esercito e ribelli – Vittime civili

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

La battaglia finale tra l’esercito dello Sri Lanka ed i guerriglieri indipendentisti Tamil – asserragliati in alcune zone rurali al nord del paese – dura da alcune settimane. Nei 300 km quadrati rimasti ai ribelli, lo scontro è continuo e pesante.

L’aviazione ha lanciato anche bombe a frammentazione, su una regione dove oltre ai ribelli ci sono 250mila civili inermi. I mediatori internazionali del conflitto – tra cui gli Stati Uniti, l’Unione Europea e la Norvegia – hanno chiesto alla guerriglia di arrendersi per evitare l’ennesimo massacro. Ma finora la richiesta è rimasta senza risposta. Nemmeno il governo di Colombo accetta di cessare il fuoco, convinto di riuscire, questa volta, ad annientare i ribelli chiudendo una guerra che dura da 39 anni e che è costata almeno 70mila vittime. Stando alle cifre fornite dalla Croce Rossa internazionale, solo negli ultimi giorni i civili morti nei bombardamenti del governo sono diverse centinaia. Colpito anche un ospedale.

Della situazione, delle cause e dei possibili sviluppi abbiamo parlato stamani a Modem.

 

Share.

Comments are closed.